Vai al contenuto

Demon Slayer The Movie: Il Treno Mugen

  • di

Demon Slayer negli ultimi due anni ha suscitato molte chiacchiere grazie al grande successo della serie animata realizzata dallo studio Ufotable.

L’anime si conclude nel 2019, ma subito viene annunciato il film: Demon Slayer il Treno Mugen che si occupa di trasporre la parte manga successiva alla fine della prima serie tv e dopo 220 giorni dall’uscita al cinema, ha venduto in Giappone ben 28.966.806 biglietti per un guadagno di 40.016.942.050 yen (più di 301 milioni di euro), diventando così il primo film in assoluto a battere la soglia dei 40 miliardi di yen.
Nel mondo il film ha venduto 41,35 milioni di biglietti per un totale di 51,7 miliardi di yen. Purtroppo il film non è arrivato nei cinema italiani ma è stato rilasciato su Amazon Prime il 13 luglio 2021.

Dopo la riabilitazione e l’apprendimento delle nuove tecniche, Tanjiro e i suoi compagni tornano alla loro attività di cacciatori di demoni. Il gruppo parte per una nuova missione a bordo di un treno per indagare sulla scomparsa di oltre quaranta persone, l’identità del demone è attualmente sconosciuta, tuttavia questa volta il gruppo di cacciatori potrà contare sull’aiuto del pilastro del fuoco.

Anche se Tanjiro è il protagonista della storia, Il treno Mugen si focalizza sul personaggio di Kyōjurō Rengoku pilastro delle fiamme. La storia continua a mettere in evidenza l’importanza della famiglia, dei legami e della forza di ogni persona, capace anche nella propria debolezza di semplice umano a non arrendersi davanti alla cattiveria dei demoni.

Possiamo definire il film con questa frase: è un treno ricco di emozioni e feroci combattimenti. La storia è semplice, familiare e facile da seguire ma è comunque intrisa di emozioni forti e grandi valori, le animazioni rendono il film il capolavoro che lo ha reso famoso a livello mondiale.

«Infiamma il tuo cuore. Vai oltre i tuoi limiti. Io sono il Pilastro del fuoco: Rengoku Kyojuro!»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Funzioni di copia e salvataggio disabilitate